Chiesa Della Madonna Dei Campi
Madonna Dei Campi
Tommaso Pombioli
Storie della Vergine
Chiesa Della Madonna Dei Campi Madonna Dei Campi Storie Della Vergine

A causa di un incendio che distrusse quasi completamente l’archivio parrocchiale, non si sono conservate notizie documentarie certe sull’epoca di costruzione dell’Oratorio della Beata Vergine Assunta, detto anche Madonna dei campi. L’edificio è documentato dal XVI secolo ma ha probabilmente origine più antica. Il piccolo santuario è preceduto da un portico, elemento ricorrente negli edifici religiosi meta di pellegrinaggio, e ha un piccolo campanile con cuspide con decorazione a scaglie. L’interno dell’oratorio è completamente affrescato ad opera di Tommaso Pombioli, detto Conciabracci (per la sua attività di restauratore di statue lignee), pittore cremonese attivo nel XVII secolo. La decorazione a tema mariano si sviluppa su tutte le pareti seguendo questo schema: Storie di Maria, lungo le navate insieme a Sante protettrici ed Emblemi della Vergine; Sibille e Profeti sugli archi e sulle lunette; Angeli musicanti sulle volte. Gli affreschi furono realizzati nel 1623, come riportato da un’iscrizione dipinta che cita anche i nomi dei due committenti. Nel presbiterio è conservata una pala d’altare raffigurante l’Assunta e sulla parete soprastante l’affresco del Padre Eterno, a cui probabilmente era dedicato l’oratorio in origine.

I recenti restauri sono stati promossi dal gruppo locale degli Alpini.