Stitched Panorama
1320966-BG-Romano-Rubini-SalaPirata_o_0
1320368-BG-Romano-PalRagione-Consiglio_o_3
1320436-BG-Romano-PalazzoRagione-Atrio_o_416_0
Stitched Panorama 1320966 BG Romano Rubini SalaPirata O 0 1320368 BG Romano PalRagione Consiglio O 3 1320436 BG Romano PalazzoRagione Atrio O 416 0

Noto anche come Palazzo Pretorio, Arengo, Palazzo della Comunità, per via delle molteplici funzioni che al suo interno si svolsero nel corso dei secoli, esponeva sulla facciata al di sopra della finestra centrale lo stemma del governo dominante: dai Visconti, alla Repubblica di Venezia fino agli Austriaci. L’edificio fu costruito a partire dal XIII secolo e in epoca viscontea fu sopralzato e completato con un coronamento tardogotico in cotto.

L’edificio ha subito nei secoli modifiche e mutilazioni che ne hanno alterato i dettagli: i tre piani originali furono ridotti a due e gli affreschi che ricoprivano le pareti, di cui si trovano notizie nei documenti d’archivio, sono andati perduti. Il grande salone al piano nobile, usato in passato per le riunioni del consiglio comunale, è oggi una sala di rappresentanza che conduce all’adiacente Sala delle Capriate, attuale Sala Consigliare, che si sviluppa sopra due campate dei Portici della Misericordia.

Il palazzo ospita al suo interno la Collezione Anita e Rinaldo Pigola.