1856Palazzo-Visconti_Affreschi_
804Palazzo-Visconti_Affreschi
256Palazzo-Visconti_Cortile
256Palazzo-Visconti_Affreschi
1925Palazzo-Visconti
1856Palazzo Visconti Affreschi 804Palazzo Visconti Affreschi 256Palazzo Visconti Cortile 256Palazzo Visconti Affreschi 1925Palazzo Visconti

Il complesso di palazzo Visconti, segno tangibile del lungo predominio visconteo all’interno del borgo, è costituito da tre nuclei distinti. Il primo è dato dalla parte più antica che, costituita dal nucleo fortificato originale e risalente al XIII-XIV secolo, ne evidenzia l’iniziale carattere difensivo. Il secondo, denominato Palazzo Vecchio, costruito nel XVI secolo e modificato tra XVII e XVIII, ne mette in mostra la progressiva trasformazione a dimora signorile; recentemente restaurato, ospita a pianterreno la sede municipale. Il piano nobile offre numerose sale decorate con affreschi dedicati ai fasti dinastici, che lo rendono una delle pagine più riuscite del barocco lombardo. Il terzo, conosciuto come Palazzo Nuovo di proprietà privata, costruito nel Settecento, sancisce la completa trasformazione del castello in palazzo. La pianta ad U è il frutto di un riallestimento operato dall’architetto romano Giovanni Ruggeri, che decise di innestare le due ali laterali su un corpo centrale preesistente, edificato presumibilmente tra la fine del Cinquecento e gli inizi del Seicento. Di particolare pregio è anche il parco, al cui interno sono collocate due coffee-houses rococò, tra le più precoci nel loro genere.

Grazie al progetto TRCP (Torri, Rocche, Castelli et Palaji Tutti Riaperti Con Passione), all’interno del palazzo è possibile visitare il nuovo allestimento dei Mascheroni seicenteschi, elementi decorativi delle travi sottogronda che erano stati rimossi negli anni ’90 per restauri e per la loro tutela.

Informazioni Utili

Per informazioni e visite guidate contattare la Proloco al n. 347 2235758.