FOTO7
ROCCA
11_bgrocft001
11_bgmec10g01
FOTO7 ROCCA 11 Bgrocft001 11 Bgmec10g01

La presenza della Rocca a Romano è documentata a partire dal secolo XIII. Sul lato est si trova l’ingresso, dal quale, anticamente si sviluppava il sistema difensivo della porta settentrionale, detta Porta Bergamo, costituito dalla pusterla, il rivellino, la torre ed il ponte levatoio. A sinistra dell’ingresso si trova la torre più antica, edificata nel XIII secolo, dove era situata l’antica cappella e, sul lato opposto, quella trecentesca costruita in epoca viscontea (così come quella nell’angolo sud-ovest) e modificata successivamente,  per volontà del condottiero Bartolomeo Colleoni, con l’aggiunta alla sommità di beccatelli e piombatoi. Le merlature sono da identificare con il cosiddetto tipo “ghibellino”, ossia a coda di rondine. La quarta torre, di dimensioni più modeste, fu costruita nel XVII secolo sopra un precedente torrione. All’interno della corte grande si possono osservare tracce della storia secolare della rocca: quattrocentesche finestre trilobate risalenti all’epoca colleonesca, un grande affresco con il Leone alato di San Marco. Alle spalle del pozzo, dietro una muratura, si apre la piccola Corte della Cancelleria Veneta o della Prigione. Le celle si trovavano nella torre, al piano terreno i locali erano adibiti a deposito d’armi, cantine, stalle, mentre i locali d’abitazione erano al primo piano. L’ala est era riservata al corpo di guardia, l’ala sud invece conteneva i locali di rappresentanza, la Sala Grande o Sala da rocca, con soffitto ligneo risalente al Quattrocento e fregi decorativi ad affresco. Nel corso del XIX secolo la rocca subì ulteriori interventi, tra cui il rifacimento in pietra del ballatoio di legno e l’apertura delle finestre rettangolari sulle facciate esterne. I restauri del 1968 che eliminarono, in parte, le aggiunte ottocentesche, sono stati seguiti dai lavori recenti (2015) che hanno previsto il consolidamento strutturale di una parte dell’androne di ingresso, il rifacimento del manto di copertura della torre di nord-ovest e la ricorritura di una porzione delle coperture.

Informazioni Utili

Apertura tutte le domeniche 15.00 17.00

Prenotazioni: Ufficio cultura 0363/982341; Associazione Rumano Svelata 3205337237